Il tubo del quench in Risonanza Magnetica

 

 

Il tubo del quench è una parte vitale di un’installazione di risonanza magnetica.

Per “quench” si intende l'improvvisa perdita di superconduttività della bobina di un magnete superconduttore quando la sua temperatura aumenta anche solo di pochi gradi. Nello stato superconduttore, la resistenza degli avvolgimenti della bobina magnetica è zero e quindi non è richiesta energia per mantenere il flusso di corrente. Se la temperatura della bobina supera la soglia di superconduttività (Tc), gli avvolgimenti sviluppano improvvisamente una resistenza finita. Le diverse decine di Ampere di corrente circolante che attraversano questa elevata resistenza della bobina creano calore. Questo calore provoca un improvviso “boil-off” esplosivo di elio liquido, che passa in pochissimi secondi allo stato gassoso (1 litro di elio liquido equivale a 750 litri di elio gassoso).

Il tubo di espulsione dell’elio svolge a questo punto la funzione fondamentale di convogliare l’enorme massa gassosa attraverso un percorso, deciso dall’Esperto Responsabile dell’impianto di risonanza magnetica, che ne permetta l’evacuazione sicura e controllata in un’area esterna appositamente dedicata e non accessibile alle persone (tipicamente il tetto o una parete esterna con apertura posizionata a non meno di 6 metri dal piano) secondo le normative INAIL.

Il mancato rispetto delle normative, oltre che una progettazione e/o installazione inadeguate del tubo dell’elio, potrebbe causare perdite di elio nella stanza e compromettere la sicurezza del paziente. Ad esempio, i tubi dell’elio devono resistere al drastico cambiamento di temperatura tra l'ambiente e quello dell'elio liquido in pochi secondi. Inoltre devono essere progettati in maniera da identificare le reazioni vincolari per il dimensionamento opportuno degli elementi di fissaggio, per evitare che il tubo stesso possa muoversi anche in maniera violenta e pericolosa per persone ed infrastrutture durante l’eventuale emissione dell’elio gassoso.

ITEL, grazie alla sua esperienza pluriennale, è in grado di progettare ed installare il tubo del quench in conformità con gli standard dei vendor di Risonanza Magnetica e gli standard di sicurezza dettati dalle normative INAIL, individuando spesso soluzioni innovative sul sito di installazione. Il tubo viene realizzato in acciaio AISI 304 con coibentazione termica e copertura protettiva in alluminio. La parte terminale di scarico include una griglia anti-intrusione per evitare che volatili o altri animali entrino nel tubo o peggio ne ostruiscano il lume con nidi o materiali vari.

 

 

Condividi o segnala questo articolo

In Evidenza

  • 05 mar 2018

    Offerta di lavoro

    Ingegnere elettronico

    Sei un ingegnere elettronico con competenze idonee a sviluppare circuiti stampati per il biomedicale e sei una persona dotata di una spiccata propensione a lavorare in squadra? Se sì, leggi il profilo completo su questa pagina. Forse stiamo cercando proprio te!  
     

  • 02 mar 2018

    Offerta di lavoro

    Tecnico installatore

     

    Leggi il profilo di Tecnico installatore, potresti essere tu la persona che cerchiamo!  

     

Fiere e Congressi

EANM 2018 

ITEL parteciperà come espositore al 31° Congresso Annuale dell'Associazione Europea di Medicina Nucleare (EANM'18) che si terrà a Dusseldorf (Germania) dal 13 al 17 Ottobre 2018. Vieni a trovarci allo stand n°102A!


SIRM 2018

ITEL parteciperà come espositore al 48° Congresso Nazionale della Società Italiana di Radiologia Medica ed Interventistica "SIRM 2018" che si terrà a Genova dall'8 all'11 Novembre 2018. Vieni a trovarci allo stand 235!