Le nostre storie

Le nostre storie

Delegazione pugliese a Dubai, c’è anche la Itel

​L’assessore allo Sviluppo economico Antonio Nunziante: «Il nostro obiettivo è creare collaborazioni nei diversi comparti di eccellenza per avviare nuove relazioni commerciali​ tra le imprese​»​​​

La Regione Puglia vola a Dubai, negli Emirati Arabi Uniti, con una delegazione di imprese pugliesi per una missione economica e istituzionale che ha un obiettivo preciso: attrarre investimenti e creare opportunità di collaborazione economica e tecnologica. Dubai, infatti, oltre a essere il principale centro d’affari nell’area del medio Oriente, è uno dei poli più importanti della finanza mondiale.

Puglia ed Emirati Arabi, inoltre, esprimono punti di eccellenza e interesse in comune nell’Agroalimentare, nell’Energia rinnovabile, nella Healthcare, nei Materiali per l’edilizia, nelle tecnologie per Oil & gas.

La missione, in programma da ieri, lunedì 25, al 28 giugno, e promossa dalle sezioni Internazionalizzazione e Competitività della Regione Puglia in collaborazione con la società in house Puglia Sviluppo e con il supporto a Dubai della società Di Francia Advisors, prevede due giorni intensi di incontri business to business (oggi e domani all’Hotel Conrad Dubai) tra le aziende pugliesi e gli operatori locali, anticipati da un incontro di presentazione dal titolo “Business or pleasure: Puglia. Italia-E.A.U: opportunità di collaborazione bilaterale in campo economico, focus su Puglia”, con la partecipazione di stakeholder locali, potenziali investitori e operatori di settore emiratini. In serata, evento di networking con i rappresentanti della comunità d’affari di origini italiane, e soprattutto pugliesi, residenti a Dubai.

Gli incontri economici sono tuttavia solo una parte della missione. Un ruolo determinante, sotto il profilo dell’attrazione degli investimenti, è costituito infatti dagli incontri istituzionali dei dirigenti della Regione Puglia, durante i quali saranno illustrate le favorevoli condizioni di investimento per gli incentivi messi a disposizione, per la vivacità nell’innovazione e nella ricerca e per alcune infrastrutture come il Porto di Taranto, rappresentato dall’Autorità portuale. Una presenza, questa, fondamentale, visto che oggi 26 giugno al porto DP World di Dubai e domani 27 giugno al Khalifa Port di Abu Dhabi sarà illustrato in dettaglio un rilevante progetto di investimento dedicato appunto al Porto di Taranto.

«Oggi – spiega il vicepresidente e assessore allo Sviluppo economico della Regione Puglia Antonio Nunziante – siamo a Dubai per rafforzare le relazioni con gli Emirati Arabi Uniti anche in vista dell’esposizione universale “Expo 2020 Dubai”. Il nostro obiettivo è creare collaborazioni nei diversi comparti di eccellenza in Puglia e negli Emirati Arabi per avviare nuove relazioni commerciali tra le nostre imprese e gli operatori emiratini. Le opportunità di realizzare questo obiettivo sono ottime, visto che le esportazioni della Puglia verso gli Emirati Arabi Uniti hanno superato i 44,5 milioni di euro nel 2017, in particolare nei settori della meccanica e meccatronica, dell’Ict, dei mobili, della moda e dell’agroalimentare. Ma vorremmo anche valorizzare quella grande risorsa infrastrutturale che è il porto di Taranto con le sue piattaforme logistiche e il Distripark. Per questo presenteremo un progetto di investimento che ci auguriamo incontri l’interesse degli operatori degli Emirati».

La missione a Dubai dà seguito a una precisa strategia di promozione degli investimenti in Puglia. Si inserisce infatti nel “Piano operativo delle iniziative per il marketing localizzativo” ed è la terza tappa, dopo quella in Gran Bretagna per l’aerospazio e in Belgio per le biotecnologie, del roadshow di workshop e incontri di presentazione della campagna “Invest in Apulia”. Segue inoltre alla “Borsa internazionale delle imprese italo-arabe” organizzata per la prima volta in Puglia un mese fa.

Le imprese pugliesi protagoniste della missione

La delegazione di imprese pugliesi presenti a Dubai è stata individuata attraverso una call. Si tratta di aziende che per dimensioni, organizzazione, livello di internazionalizzazione e innovatività presentano caratteristiche interessanti per il mercato in questione.
Eccole in dettaglio: Di Palma Donato & Figli Srl di Conversano (Ba); Dronyx Srl di Montemesola (Ta); Edilcass Srl società unipersonale di Brindisi; Fb.m Srl di Taranto; Gielle di Luigi Galantucci di Altamura; Itel di Ruvo di Puglia (Ba); Ivis Technologies Srl di Taranto; Mediatipo Srl di Modugno (Ba); New Euroart srl (Gruppo Tecnomec Engineering Srl) di Bari; Niteko Srl di Montemesola (Ta); Pepe & con Srl di Gravina in Puglia (Ba); Primiceri Spa di Modugno (Ba); Puglia Alimentare Srl di Martina Franca (Ta); Roboze Srl di Bari; Skem@ Srl di Brindisi; Varvaglione Vigne e Vini Srl di Leporano (Le).